27 mag 2013

La maglietta del Paris Saint Germain: evoluzione convergente?

Chi è nato negli anni Novanta probabilmente non lo ricorderà, ma uno dei calciatori più famosi degli ultimi anni, Ronaldo de Assis Moreira meglio noto come Ronaldinho, non ha iniziato la propria carriera in quella che è considerata la squadra più forte del mondo, il Barcellona. Benché sia ricordato principalmente per le prodezze compiute al Camp Nou, l'asso brasiliano arrivò in Europa grazie a un club francese, il Paris Saint Germain, giocando la sua prima partita esattamente un mese prima dell'attentato alle Torri Gemelle di New York.

Quella del suo esordio a Parigi è una stagione segnata dalle veementi proteste dei tifosi del club. La causa? Che ci crediate o no, lo spostamento della banda rossa [dal centro] alla sinistra della maglia.

Quella del Paris Saint Germain è una delle divise più riconoscibili del panorama calcistico europeo: il modello storico, soprannominato "Hechter" dal nome dello stilista e presidente del PSG che lo creò nel 1973, la rende davvero inconfondibile. O meglio, la rendeva.

Infatti, il fornitore tecnico Nike ha deciso da qualche tempo che il modello in cui tutti  gli appassionati del club si riconoscono non va più bene. Ogni anno, l'azienda statunitense propone delle variazioni che apparentemente hanno il solo scopo di far arrabbiare la tifoseria, causando - si suppone - anche un calo nelle vendite del merchandising

22 mag 2013

L'evoluzione dei (caschi dei) Daft Punk

Sono pochi i protagonisti della pop music che hanno dato tanta enfasi all'aspetto visuale del proprio lavoro - pur rimanendo virtualmente senza volto di fronte al mondo - come i Daft Punk.

Per presentare il loro ultimo album, Guy-Manuel de Homem-Christo e Thomas Bangalter hanno indossato abiti firmati dal marchio Yves Saint Laurent. Fonte: http://www.ysl.com.

Nonostante i loro volti misteriosi, i due DJ francesi sono infatti diventati delle icone, sia per i loro abiti inconfondibili - costumi da robot indossati in ogni apparizione pubblica, che supportano e contemporaneamente ironizzano (sul)la musica meccanizzata - sia per la loro comunicazione visiva, ambiziosa e fantasiosa.

Un contributo importante alla loro identità è sicuramente quello dato dai loro caschi, che lungi dal rimanere uguali a se stessi nel corso del tempo, hanno vissuto una vera evoluzione, senza però snaturare la percezione del duo parigino da parte del pubblico, ma al contrario - paradossalmente - rafforzandola.

Dal synthpop di Discovery fino alla colonna sonora di Tron: Legacy, passando per la house-techno di Human After All: com'è cambiato questo simbolo della musica elettronica contemporanea?

In attesa del prossimo disco, e quindi del prossimo hype, non resta che godersi, oltre alla loro musica, anche il loro dress code variabile.

18 mag 2013

Tale cane, tale padrone

Non facciamo riferimento alla recente norma di un comune bergamasco secondo la quale "È fatto divieto assoluto di consentire la libera circolazione dei cani, senza la presenza di un conduttore di una corporatura e un peso proporzionato alla mole dell'animale".
Bensì a uno studio di alcuni ricercatori della University of Chicago che dimostra come il legame tra cani e uomini sia antico e duraturo, in quanto iscritto nel DNA.

Fonte: http://menandtheirdogs.tumblr.com/

16 mag 2013

"Una foto con Charles" al Salone del Libro

Il Salone Internazionale del Libro di Torino è ormai alle porte: il programma è online, gli stand delle case editrici sono stati allestiti, e l'hashtag ufficiale dell'evento è pronto da tempo. Insomma, è tutto pronto per l'evento che dal 16 al 20 maggio attirerà, non solo dall'Italia, gli amanti della lettura (in tutte le sue forme).

Fonte: www.formiche.net

11 mag 2013

Charles Darwin a Barcellona

Il Museo Marítim de Barcelona ha appena inaugurato una mostra interamente dedicata a Charles Darwin. Un'occasione importante per conoscere meglio il padre della teoria dell'evoluzione.

Museo Marítim de Barcelona. Fonte: Wikipedia.

07 mag 2013

Moltiplicamore: una piattaforma social per le adozioni a distanza

Sono tante le organizzazioni che lavorano quotidianamente per proteggere i bambini/le bambine, soprattutto quelli che vivono nei cosiddetti "Paesi in via di sviluppo" (Pvs). Benché non molto conosciute, anche l'Italia ne ospita molte: realtà spesso piccole, che fanno fatica a portare avanti i propri progetti.
Tuttavia, le nuove funzionalità del web e i social network possono essere di grande aiuto, a patto che vengano utilizzati nel modo corretto.

Il Non Profit Report 2012 è scaricabile gratuitamente su: http://www.contactlab.com/nonprofitreport2012.

05 mag 2013

Quando i dinosauri avevano le ali

È difficile assistere di persona alle meraviglie che la natura ci offre. Tuttavia, a volte è sufficiente guardarsi intorno per vederle in azione: una di queste sono le piume degli uccelli.
L'origine di questo strumento straordinario rappresenta uno dei misteri più duraturi dell'evoluzione. Nel 1861, due anni dopo la pubblicazione di The Origin of Species di Charles Darwin, alcuni uomini che lavoravano in una cava in Germania scoprirono degli spettacolari fossili di un animale piumato delle dimensioni di un corvo, vissuto circa 150 milioni di anni fa: fu ribattezzato Archaeopteryx (letteralmente, "ala antica").

Ricostruzione di Archaeopteryx. Fonte: www.spiegel.de



03 mag 2013

Il dodo solitario

The Lonely Dodo è un progetto a cui può partecipare chiunque, dedicato alla salvaguardia delle specie animali in via di estinzione. Per promuoverlo, è stato realizzato un simpatico (se non fosse drammatico) video che narra la vicenda del dodo, simbolo della distruzione ambientale da parte dell'uomo.